Premier. Liverpool senza freni, il Chelsea vola verso la champions

Alessandro Miele

Il Liverpool si avvicina sempre più al titolo di campione d’Inghilterra, il Manchester City ipoteca il secondo posto mentre dietro è piena bagarre tra zona champions e zona retrocessione. Questo è il verdetto sancito dalla 27esima giornata di Premier League che si è aperta con un intenso derby di Londra tra Chelsea e Tottenham. L’allievo, Franck Lampard, supera il maestro, Josè Mourinho, e grazie alle reti del redivivo Giroud e dell’ex viola Alonso (inutile il gol nel finale di Lamela), si portano a + 3 sul quinto posto, attualmente occupato dai Red Devils di Solskjaer, vittoriosi per 3 a 0 contro il Watford. Gli Spurs scendono cosi al sesto posto, raggiunti dalla favola Sheffield United (solo un pari interno contro il Brighton). La zona europea si fa calda, con Wolveramphton e Arsenal che non si arrendono. I Wolves superano agilmente il fanalino di coda Norwich, mentre i Gunners al termine di una partita spettacolare contro l’Everton di Ancelotti portano a casa tre punti preziosissimi. All’Emirates finisce 3 a 2 per gli uomini di Arteta, con una doppietta di Aubameyang che raggiunge Vardy in testa alla classifica marcatori. Il bomber del Leicester è difatti rimasto a secco nella sfida che valeva il secondo posto contro il Manchester City di Guardiola che ringrazia Gabriel Jesus (gol vittoria arrivato a dieci dal termine) ed espugna il King Power Stadium. In attesa di dare un contorno definitivo alla sanzione arrivata dall’UEFA per violazione del Fair Play finanziario, gli Sky Blues si assestano al secondo posto portandosi a +7 proprio sulle Foxes. Nelle parti bassi della classifica, si complica forse irrimediabilmente la situazione del Norwich (ultimo con soli 18 punti), mentre è lotta vera tra cinque squadre racchiuse in quattro punti.

La giornata si è chiusa con il Monday Night tra Liverpool e West Ham. Ad Anfield va in scena una partita apparentemente senza pronostico, ma gli uomini di Moyes danno vero e proprio filo da torcere ai Reds. Al gol iniziale di Wijnaldum risponde Diop. Gli Hammers si portano addirittura in vantaggio a inizio ripresa con Fornals. Poi, sale in cattedra il potenziale offensivo dei padroni di casa che, grazie ai propri esterni (difensivi e offensivi) la ribalta. Al 68esimo Robertson si invola sulla sinistra, mette al centro dove Salah non colpisce al meglio ma ringrazia Fabianski per una papera clamorosa. A dieci dal termine, cambia la fascia ma non lo spartito: è Alexander-Arnold (sempre più idolo della Kop) a trovare Manè solo in area. È 3 a 2. Sono 26 vittorie su 27 partite di Premier. Il titolo è sempre più vicino.

}