Festa Inter, batte la Spal, ringrazia il Sassuolo e vola in testa

Paolo Dani

MILANO Vince l’Inter, batte la Spal, ringrazia il Sassuolo, mette la freccia e supera la Juve in vetta alla classifica. Conte batte 2-1 il Sassuolo grazie alla doppietta di Lautaro Martinez, inutile il gol di Valoti per la Spal. Conte affida le fasce laterali a Candreva e Lazaro e al solito e affiatato tandem offensivo Martinez -Lukaku. A centrocampo Vecino e Gagliardini ai lati di Brozovic. Dietro D’Ambrosio con Skriniar e De Vrij. Spal on il 3-5-1-1 con Valoti a supporto di Petagna. A centrocampo Strefezza agirà a destra, con Reca a sinistra; Murgia e Kurtic, invece, affiancheranno in mezzo Valdifiori. In difesa non c’è Cionek ma Igor con Vicari e Tomovic. L’Inter parte bene e al primo vero affondo trova il vantaggio. Valdifiori perde una brutta palla in mezzo al campo, ne approfitta Lautaro Martinez che si invola verso la porta, si allarga e lascia partire un diagonale dal limite che non lascia scampo a Berisha. L’argentino, non contento, trova nei minuti finali del primo tempo, anche la rete del raddoppio. Bell’azione dei nerazzurri con Lukaku che apre per Candreva: cross perfetto per il Toro che stacca di testa e batte Berisha per la seconda volta. Nella ripresa la Spal è animata da altra voglia e dopo una manciata di minuti trova la rete che riapre i giochi. Valoti si inventa una giocata pazzesca: salta tutta la difesa dell’Inter con una serie di finte e lascia partire un diagonale che non lascia scampo ad Handanovic. Martinez sfiora la tripletta personale. Cross dalla destra di Lukaku e colpo di testa da un paio di metri , bravo  Berisha ad evitare il gol. L’argentito poi sbaglia solo davanti alla porta. Manca il colpo del ko, ma l’Inter preferisce il controllo, addormenta la partita e arriva vittoriosa alla fine. E stasera è la nuova capolista.

}