Napoli, torna il sereno: c’è il Bologna, obiettivo tre punti

Francesco Raiola

NAPOLI Tregua armata in casa Napoli alla vigilia del match molto delicato al San Paolo di domani pomeriggio contro il Bologna di Sinisa Mihajlovic. Ieri pomeriggio a Castelvolturno si è tenuto il tanto atteso confronto tra squadra, allenatore e De Laurentiis.  Gli spifferi e le indiscrezioni, poche per la verità, parlano di un ambiente più sereno, complice anche la grande prestazione di Liverpool, che ha facilitato la distensione di De Laurentiis, oltre che avvicinando notevolmente il Napoli alla qualificazione agli ottavi di Champions League. Il Presidente ha fatto prevalere il buon senso con la voglia oltre che con l’interesse collettivo di rimettere le cose a posto per non compromettere ulteriormente una stagione in cui, a parte lo Scudetto, gli altri obiettivi non sono sfumati. Segnale importante anche dei giocatori che hanno ammesso le proprie colpe. Al momento le multe restano confermate, ma sicuramente in caso di una ripresa importante del rendimento, è probabile che vengano diminuite o neutralizzate da un importante aumento dei premi per gli obiettivi stagionali.

Nel frattempo a Fuorigrotta arriva il Bologna di Mihajlovic che ieri ha commosso il mondo in diretta con la conferenza stampa post trapianto di midollo osseo. Il tecnico ha dimostrato anche tanta rabbia per una squadra che lo sta deludendo in questa fase della stagione, non mostrando né fame né la giusta cattiveria agonistica, aspettandosi già domani una forte reazione .
Non sarà comunque facile al San Paolo avendo comunque di fronte un Napoli galvanizzato dalla buona prestazione di Anfield Road oltre che per la tregua con la società.
Probabile leggero turnover per Ancelotti che potrebbe schierare Ospina tra i pali, con Di Lorenzo che torna tra i quattro di difesa insieme a Manolas e Koulibaly, eccellenti a Liverpool, oltre che con Mario Rui a completare il reparto. A centrocampo torna Callejon, tenuto in panchina in Champions, con ballottaggio Zielinski-Fabian Ruiz per la fascia sinistra. A centrocampo possibile chance da titolare per Elmas affiancato da Allan. In attacco torna Insigne, ristabilito, affiancato da Mertens in vantaggio su Lozano.
Pochi dubbi di formazione per Mihajlovic, che schiererà al San Paolo il suo 4-2-3-1, con ancora indisponibili Santander, Dijks e Soriano. Tra i pali Skorupski, torna la coppia difensiva Bani e Danilo, con il giapponese Tomyasu che torna a destra, con Krejici a sinistra.  A centrocampo Poli in vantaggio su Svanberg, in coppia con il cileno Medel. Batteria di trequartisti formata da Sansone, l’ex Dzemaili e Orsolini, dietro l’eterno Palacio.
Fischio di inizio alle ore 18. Arbitro del match sarà il sig. Pasqua di Tivoli.
}