Europa league. Correa doma il Cluj, la Lazio riaccende la speranza

Guglielmo Guidi

ROMA Doveva solo vincere per rimanere in corsa e la Lazio ha vinto, battendo all’Olimpico il Cluj che ha fatto poco anzi, pochissimo, appena un palo, mentre la Lazio l’ha letteralmente dominata. Primo tempo tutto laziale con il Cluj più intento a spezzare la manovra biancoceleste con un 5-4-1 molto difensivo. Difficile trovare varchi, ci prova Adekanye ma calcia malissimo. La Lazio stringe i tempi e passa con Correa che batte in diagonale il portiere Arlauskis. I rumeni provano a scuotersi con due iniziative, pericolosa la seconda con Djokovic che centra in pieno il palo. La Lazio potrebbe chiuderla sul finire di tempo, ma Correa, solo davanti ad Arlauskis, colpisce male e manda a lato. Non cambia la musica nella ripresa, con la Lazio che vuole chiuderla, ma il Cluj non demorde e sfiora il pari con Omrani, chiuso a pochi passi dalla porta da Bastos. La Lazio c’è ma spreca anche molto, così Luis Alberto si presenta solo davanti al portiere ospite ma azzarda un dribling di troppo e perde palla. Il Cluj prova il tutto per tutto nella parte finale, Traorè la mette dentro su azione di calcio d’angolo, ma gol annullato per offside. Meglio gli ospiti in questa fase ma la Lazio non si fa sorprendere, con brivido finale con il colpo di testa di Traoré che manca di poco il colpo grosso. E finisce qui, con la Lazio vittoriosa. Decide Correa, poi due occasioni fallire, ma va bene lo stesso. Lazio tornata in corsa, la qualificazione la Inzaghi band se la gioca nell’ultimo turno in casa del Rennes tra quindici giorni. Infatti, nell’altra partita del girone, il Celtic ha battuto per 3-1 il Rennes ed è primo matematicamente, con il Cluj secondo a quota 9, Lazio a 6, Rennes a 1. Decisica, come detto la trasferta a Rennes, mentre il Cluj ospiterà in casa il Celtic.

 

}