Serie B. Nuovo ribaltone: stop Empoli, Benevento al comando

Maurizio Spreghini

E’ un susseguirsi in vetta alla classifica, l’Empoli si ferma a Pordenone e il Benevento, vincente con lo Spezia,  balza in testa. Il Crotone spazza via l’Entella e ora, al pari di Empoli, Salernitana e Perugia, segue a un punto. Il Pescara espugna il Del Duca solo nel finale, lo Juve Stabia batte il Trapani e, oltre a mettere nel cassetto la prima vittoria stagionale, la riprende in coda alla classifica. Ora all’ultimo posto c’è una cinquina di squadre, composta da Livorno, Cosenza, Spezia, Trapani e Juve Stabia. Rocambolesca e piena di reti la vittoria del Chievo a Livorno, mentre espugna Cremona il Cittadella.

Pesante la prima sconfitta dell’Empoli in questo campionato, gli vale la testa della classifica. Alla Dacia Arena di Udine ilPordenone  con un uomo in più già dopo due minuti, grazie all’espulsione di Bandinelli, va in rete prima con Burrai e poi chiude la pratica con Pobega. Nel mezzo il rigore fallito da Mancuso, la sfera si spegne tra le braccia dei tifosi in curva. Ad approfittarne il Beneventoche balza il testa alla graduatoria,  allo scadere di gara è Tello ad andare in rete e permettergli di superare lo Spezia. Il Crotone è la vera sorpresa di questo inizio, batte l’Entella e vola al secondo posto.  Allo Scida si gioca col lutto nel cuore per la scomparsa del preparatore atletico Sergio Mascheroni, ma è prima Simy, doppietta per lui, e poi Crociata a regalare ai presenti una vittoria da dedicargli. Sul finire di gara De Luca segna il gol della bandiera per i liguri. La Salernitanadi Ventura rimane a un punto dalla vetta,  è raggiunta solo nel finale di gara dal Frosinone, i ciociari in dieci per più di un’ora, che   pareggiano il vantaggio di Kiyine con il goal di Capuano. IlPerugia rimane attaccato alla vetta, soffre con un Pisa  gagliardo ma ha la meglio grazie alla rete del solito Iemmello. Una Cremonese in dieci per larga parte della gara deve cedere il passo ad unCittadella in continua ascesa dopo la falsa partenza stagionale. Solo tre le lunghezze da limare per la vetta.   La vittoria ai veneti va grazie alle reti di Luppi e Diaw. L’Ascolicede tra le mura amiche e fa ritornare in gioco ilPescara. Solo nel finale le reti di Galano e Busellato che portano gli abruzzesi a cinque dalla vetta, l’Ascoli però gli è ancora sopra di due. Rocambolesca la vittoria del Chievoall’Armando Picchi di Livorno, i toscani dopo aver condotto per tre a uno si fanno rimontare. Marsura apre ma Pucciarelli poco dopo riporta il Chievo sul pari, i toscani mettono la freccia e prima dello scadere  Marras e  Marsura  chiudono il primo tempo. Sembra fatta ma prima Meggiorini, in rete due volte, e poi Segre in chiusura di gara danno due tre punti d’oro ai veneti. LoJuve Stabia batte il Trapani e la riporta in fondo alla classifica. Taugordeau illude i siciliani, Canotto e Forte ribaltano la partita. Il Venezia regge l’urto a Cosenza e rimane a distanza sicurezza dalla zona rossa, ci ha pensato Montalto a rispondere alla rete di Riviere.

La serie cadetta si ferma, si ritorna in campo il 18.

}