Serie B. L’Empoli prova l’allungo

Maurizio Spreghini

Tutta in tre giorni la cadetteria, in programma  c’è la settima giornata. Si inizia oggi con l’incontro del Curi tra Perugia e Pisa e si conclude il tutto domenica sera al Del Duca tra Ascoli e Pescara. Nel mezzo gli altri otto incontri. L’Empoli capolista per lo strappo fa visita alla matricola Pordenone, la Salernitana trama alle sue spalle, un solo punto dietro in classifica  attende il Frosinone. Per Ascoli e Benevento la prova di maturità. I marchigiani dopo aver saggiato la vetta sono ora a rincorrere, il posticipo con la malinconica Pescara, in cerca disperata di riscatto, gli darà filo da torcere. Un alterno Benevento va invece a La Spezia, la quaterna presa dalla matricola Trapani in casa ligure pesa ancora come un macigno. Per  i campani non è poi così scontata la vittoria. Del trio a tre lunghezze dalla vetta il solo Perugia sembra affrontare un match non proibitivo, anche se fino ad ora il Pisa ha condotto un campionato più che dignitoso. Indecifrabile il match di dell’Ezio Scida, a Crotone si sogna dopo la vittoria di Pescara ma ora c’è l’ex battistrada Entella da affrontare. In coda spicca il match tra il fanalino di coda Juve Stabia e il Trapani, per le due neo promosse ci si gioca una fetta di salvezza. In completa zona rossa anche il Cosenza e il Livorno, con la prima che al Gigi Marulla attende il Venezia mentre la seconda all’Armando Picchi sfiderà il Chievo. Chiude la giornata Cremonese-Cittadella, due formazioni che appaiono in rampa di lancio ma che non hanno ancora trovato continuità di risultati.

}